Piante capracottesi: l’Agrimonia eupatoria

L'agrinomia eupatoria
L’agrimonia eupatoria

L’ Agrimonia eupatoria è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Rosacee. E’ indicata anche come agrimonia dahurica, agrimonia officinalis, erba vettonica ed erba di san Guglielmo (santo eremita del XII secolo).

Cresce spontaneamente in Europa, Asia e Africa settentrionale, in Italia cresce sia in montagna che in pianura.
La pianta ha una appariscente fioritura gialla ma è nota soprattutto per i frutti composti da due acheni  racchiusi nel tubo del calice, che sono provvisti di piccoli uncini medianti i quali si attaccano facilmente al pelo di animali che toccano la pianta.

E’ questo un primo esempio di disseminazione zoocora, cioè tramite animali,che  molte piante sfruttano per favorire una riproduzione in zone lontane.

Le virtù terapeutiche di questa  pianta officinale, diffusissima nel nostro ambiente, a quanto ne so, non erano note a Capracotta.

Principi attivi: tannini, fitosterine, glucosidi, vitamina A, flavonoidi, resine, olio essenziale

 Virtù terapeutiche: disturbi della vista; antidoto contro il veleno dei serpenti; malattie del fegato  e del rene; proprietà diuretiche, anticatarrali, antireumatiche, antinfiammatorie; azione antipruriginosa e azione cicatrizzante.

Domenico Di Nucci