Chiesa Madre: l’orologio a pendolo del canonico don Agostino Campanelli

Nella Parrocchia dedicata a Santa Maria in cielo Assunta, l’amatissima Chiesa Madre di tutti i capracottesi, dietro l’altare maggiore, nella zona del coro, sul lato sinistro per chi entra in chiesa, è presente fin dal 1847 un orologio a pendolo. Sull’anta dell’armadio in cui è custodito il pendolo, è affisso un foglio scritto a mano […]

La Tavola “italiana” di Capracotta

«Il termine “osco” è un’invenzione dei Romani. Nei documenti e nelle iscrizioni dell’Antichità non mai è citata la nazione “osca” e, oltretutto, nell’alfabeto cosiddetto “osco” non esiste neppure la vocale “O”. Gli antichi abitanti del Molise invece chiamavano la propria nazione “Itelia”, diventato poi “Italia” in latino, e la loro capitale Campobasso “Italini”, la “Italiion” […]

Capracotta Capitale d’Italia

Panorama di Capracotta. Foto: Paolo Dell'Armi

Panorama di Capracotta. Foto: Paolo Dell’Armi Il giorno dopo sarebbe stato il decimo anniversario della proclamazione di Capracotta a capitale d’Italia. Fervevano dappertutto i preparativi per la festa che avrebbe richiamato paesani (oggi cittadini) da tutto il mondo, come per la Festa dell’8 Settembre. Ero salito in metropolitana nella stazione “Alla Muntagna”, Sotto al Monte, […]

Giovanni Paglione fotografo

Il Cavalier Giovanni Paglione (Capracotta 1867-1941) potrebbe essere definito, senza tema di smentita, un vero e proprio “tuttologo”: sia per le competenze acquisite, grazie ad un’intelligenza vivace e a una creatività sbalorditiva, sia per il patrimonio di conoscenze nei più svariati settori, affinché fossero condivise ed assimilate anche dagli altri. Maestro elementare e tra i […]

La statua dell’Assunta della Chiesa Madre di Capracotta

Il 15 agosto, la Chiesa Cattolica celebra la festa dell’Assunzione della Vergine Maria al cielo. Questo culto, secondo cui la Madre di Gesù sarebbe andata in Paradiso in anima e corpo al termine della sua vita terrena, si è sviluppato già a partire dal V secolo d.C. ma è stato riconosciuto ufficialmente da Papa Pio […]

La Tavola Osca di Capracotta di Paola Di Giannantonio

La “Tavola osca di Capracotta” di Paola Di Giannantonio è un saggio breve che affronta la traduzione del testo scritto in osco. L’osco era la lingua parlata dai Sanniti Pentri, i nostri antichi progenitori che abitavano il territorio di Capracotta e dintorni alla fine del primo millennio a.C. L’autrice è riuscita ad interpretare il testo […]

Sul filo della memoria: la Chiesa

Il rione della Chiesa non si riconosce quasi più da come era una volta, prima della ricostruzione. Era il nucleo originario del paese, chiamato la “Terra Vecchia”, delimitato da una parte dalla torre e dall’altra dalla chiesa stessa. Un agglomerato di casupole, con i tetti ricoperti dalle lisce, strette l’una all’altra come per sostenersi, da […]

La regina Maria d’Enghien nella cultura popolare capracottese

Presunto ritratto di Maria d’Enghien in un affresco della basilica di santa Caterina d’Alessandria a Galatina (Le) La regina di Napoli Maria d’Enghien (1367- 1446) è un personaggio storico poco noto a Capracotta eppure Oreste Conti la ricorda tra le locuzioni e i modi di dire cittadini nella sua opera “Letteratura popolare capracottese” del 1911: «Fa […]

Una donnola a fonte Bricciaro

La fonte Bricciaia. Foto: Sebastiano Falcone  Ho ancora negli occhi della mia lunga memoria una donnola sottile che ondeggiando svanisce per andare chissà dove. Era estate, ero ragazzo ero a fonte Bricciaro vedevo la croce di Monte Campo e il mio cuore si aprì a una gioia assoluta. Sebastiano Giuliano

Il francobollo del Giardino della Flora Appenninica di Capracotta compie dieci anni

Lo stesso giorno nel quale gli Stati Uniti d’America celebrano l’Indipendence Day, ma dopo 235 anni e cioè il 4 luglio 2011, vedeva la luce il francobollo emesso da Poste Italiane, avente per oggetto il Giardino della Flora Appenninica di Capracotta.  Nei 161 anni di storia filatelica italiana (tra Regno delle Due Sicilie, Regno d’Italia […]