Tie’ magneata la rapaneca…

Oreste Conti spiega cosa sia questa pianta e cosa significhi la frase: TIE’ MAGNEATA LA RAPANECA…. “La rapanica è il cardo, duro e spinoso; così il popolo all’innamorato tradito” (Oreste Conti, “Letteratura popolare capracottese”, Lucera 1908). . A Capracotta qualcuno ancora si esprime in tale forma quando la ragazza amata decide di lasciare l’innamorato. Rapanica […]

Don Placido Carnevale di Capracotta ed Ernest Hemingway: il sentiero dei destini incrociati

Fanti italiani in trincea

    La voce della chiamata alle armi arrivava incontrastata nei più reconditi angoli della penisola italiana. Giunse anche a Capracotta (Isernia). Piccola cittadina posta lungo uno sperone di roccia prospiciente i crinali della Maiella. I fanti capracottesi o, meglio, i “prodi montanari sanniti” (come inscritto sulla lapide murata) che non riabbracciarono più la propria terra furono 65, […]

Capracotta: la parte più antica di me

Claudia Di Rienzo ha 13 anni, abita in provincia di Napoli e frequenta la nostra cittadina dalla nascita per le origini capracottesi della famiglia paterna. Stamattina, ha discusso la tesina per l’esame di terza media. Indovinate l’argomento? Capracotta! La pubblichiamo, con l’autorizzazione dei genitori, con la speranza che le nostre montagne, la nostra cultura e […]

Capracotta «sentinella»

Capracotta vista da Monte Campo. Foto: Sebastiano Di Tella   Fra quei monti fatti a sella verso oriente alla Maiella, d’invidiabile condotta, laborioso e rispettato, vi è un paese situato su gran massi a punta rotta, Capracotta. Tutta gente risoluta, educata ed evoluta, dal bracciante al proprietario, dall’artiere al magistrato (dei quali ultimi ne ha […]

La Chiesa della Madonna di Loreto di Capracotta

Il santuario della Madonna di Loreto a Capracotta (Foto: Hotel Capracotta)   L’antica nostra Chiesa, devotamente eretta, a onore della Vergine Beata e Benedetta   Madonna di Loreto; (splendor di luce, e vera guida, per chi con fede la chiama, invoca e spera).   Che i nostri padri fecero col vero grande amore, anche per […]

L’Italia che resiste allo spopolamento: Capracotta

Un viaggio negli angoli più nascosti del nostro Paese che, pur nascondendo spesso dei tesori inattesi, lottano contro l’emigrazione e lo spopolamento. Marco Riccardi, calligrafo romano di origini abruzzesi con la passione della scrittura, li ha raccolti nel libro elettronico “L’Italia vuota”, edito in questi giorni dalla “Ali Ribelli Edizioni” al prezzo di 3 euro. […]

Una gita a Capracotta

Sulla linea ferroviaria Carpinone-Castel di Sangro si scese alla stazione di Carovilli, distante meno d’un chilometro dall’abitato, il quale si svolge in pendio sul declivio settentrionale del monte Ferrante. Una comoda e grande vettura automobilistica era pronta, e si partì alla volta di Capracotta. Attraversando l’altipiano di Carovilli, verso nord-ovest la strada s’interna in estesi […]

A Montecassino si conserva il documento più antico che attesta l’origine almeno millenaria di Capracotta

Pietro Diacono nel suo “Registrum” riporta la “Notitia restitutionis” con l’elenco delle chiese che esistevano a Capracotta nel 1091. Sono i beni che Gualterio, figlio di Borrello, e suo figlio Oddo restituiscono a Montecassino e al monastero di S. Pietro Avellana. Tra essi anche sei chiese nel Territorio di “Capra Cocta”: … sex ecclesias videlicet […]

A Prato Gentile con nonno Cianuccio

Prato Gentile. Foto: Paolo Dell’Armi Un lungo steccato ai bordi del prato l’accogliente Rifugio e l’ombrosa via nel bosco silente. Quel remoto mattino di un mese di luglio appena iniziato non conosce tramonto nel mio giovane cuore. Sebastiano Giuliano