Lunfardo e Cocoliche, la lingua degli emigrati italiani in Argentina

Anna di Rienzo ha brillantemente conseguito col massimo dei voti la laurea in “Lingue, Letterature e culture moderne” presso l’Università degli di Pescara “G. D’Annunzio” discutendo la tesi su “Lunfardo e Cocoliche: l’identità linguistica degli emigrati italiani in Argentina”. La sua ricerca prende spunto dalle vicende personali del bisnonno, il capracottese Antonino di Rienzo, che […]

“Il pensiero di una mamma sola”: una poesia di Annina Di Rienzo

Pubblichiamo questa bella quanto toccante poesia di Annina Di Rienzo, classificatasi al terzo posto alla IV edizione del concorso letterario di Capracotta, pubblicata lo scorso anno sul sito dell’associazione Almosava, nostra partner, con una introduzione della nostra cara amica Maria Delli Quadri. L’emigrazione ha portato benessere, ma ha anche spopolato paesi, ha diviso famiglie, ha […]

La leggenda della Grotta del Diavolo

Sul monte San Nicola, tra Agnone e Capracotta, a  circa 1500 metri di altitudine, si apre, in seno alla montagna, una grotta di origine quasi certamente sismica, famosa per le varie leggende suscitate nella fantasia popolare, sempre pronta a  interpretazioni bizzarre della realtà. Secondo  una di queste, nella grotta si nascondevano preziosi tesori custoditi dal diavolo, il […]

Da Carovilli a Capracotta: in giro per l’Alto Molise tra le strade di Roma

Ci sono due modi per spostarsi da Carovilli a Capracotta. Il primo, quello più conosciuto, è attraverso la strada statale 86 che, partendo dalla cittadina del Tartufo, raggiunge la località Staffoli. Da qui, si imbocca la provinciale che si inerpica sui monti dell’Alto Molise fino ad arrivare a Capracotta: ventidue chilometri e mezzo di distanza, che si […]

La Tavola Osca: un primordiale masterizzatore

Chiunque si sofferma a destra della fontana che si trova prospiciente piazza Falconi, nota una nicchia dove sono stati collocati due manufatti di cui, la maggior parte, non sa cosa vogliano rappresentare e/o significare sebbene abbiano avuto un ruolo fondamentale nella Storia di Capracotta. Uno è la rappresentazione in scala della vecchia Torre Medioevale, sostituita […]

“Viteliù- Il Nome della libertà”: alla scoperta della prima Italia con l’autore Nicola Mastronardi

 Un incubo del passato spinge un vecchio cieco- il comandante militare sannita Papio Mutilo che sente su di sé tutta la responsabilità del genocidio subito dal suo popolo- a ritornare nei luoghi nativi, accompagnato dal nipote Marzio, la cui tranquilla esistenza di giovane romano, innamorato di cavalli e della bella Lucilla, è sconvolta dalla scoperta […]

Quilli iuorni: nel 1171 tra S. Pietro Avellana e Capracotta due delle parole più antiche della lingua italiana

Il memoratorium, per dirla in latino, è una “notitia brevis pro modernis et fucturis temporibus … ad memoriam retinendam” ovvero è una notizia breve da tenere nella memoria per i tempi moderni e futuri. Se ne fa grande uso nei documenti che vanno dal IX al XII secolo. Uno di questi si trova a Montecassino ed è […]