Lo spagnolo nella parlata e nella società capracottese

Il 26 febbraio del 1443, il re Alfonso I d’Aragona entrò trionfalmente a Napoli dando l’avvio a una lunga dominazione iberica sul Mezzogiorno d’Italia che, salvo una breve parentesi dal 1707 al 1734, sarebbe durata ininterrottamente fino al 7 settembre del 1860 con l’arrivo di Giuseppe Garibaldi nella città partenopea e la conseguente annessione del […]

Lo sterno d’Italia: prima raccolta di poesie per Giorgio Paglione

Finora, Giorgio Paglione ci aveva deliziato con le sue bellissime fotografie di Capracotta scattate da prospettive inconsuete con il suo drone. Stavolta, continua a deliziarci ma spostandosi su un altro campo, quello della poesia. È uscita, infatti, qualche giorno fa, per la collana “Iride”- quella dedicata alla letteratura, poesia e teatro- di Rubbettino Editore, la […]

Ricordi lontani: lo sposalizio a Capracotta

Un’immagine del matrimonio di Pupetta (Antonia) Iacovone e Mario Di Tanna (14 febbraio 1949) Un tempo diverse erano le occasioni per conoscersi tra giovani prima del fidanzamento. Le ricorda Oreste Conti nel suo lavoro “Letteratura Popolare Capracottese”. I luoghi di furtivi incontri erano presso le fontane pubbliche, ove le nostre donne si recavano per attingere […]

La Tavola Osca: un nuovo tentativo di “furto di paternità”

E’ stato avanzato da parte del Comm. Antonino di Iorio di Pietrabbondante, illustre studioso di storia patria e di antichità molisane, il sospetto, ripreso poi da  Paolo Nuvoli e Bruno Paglione, che la “Tavola” sia stata in realtà da Francesco Saverio Cremonese rinvenuta nel sito archeologico del Calcatello, nel comune di Pietrabbondante.1 In quel sito […]

«Capracotta è lo scrigno della Sanniticità nell’Alto Molise»

La presentazione del volume a Guardiagrele all'interno della festa del libro "Leggere Pagine"

La presentazione del volume a Guardiagrele (Ch) all’interno della festa del libro “Leggere Pagine” Il territorio di Capracotta torna a essere protagonista nella penna dello scrittore Nicola Mastronardi. Dopo il romanzo storico “Viteliu. Il nome della libertà”, l’autore altomolisano ambienta alcune vicende nell’agro della nostra cittadina anche nelle pagine del suo nuovo sforzo letterario, appena […]

Il pittore (1911)

Siamo nel 1911. Un anonimo pittore ritrae il borgo di Capracotta dal Poggio dei Grilli, con le sue caratteristiche architetture in bilico sulla vallata, vegliate in lontananza dalla Chiesa Madre. Sullo sfondo, si vede l’inconfondibile sagoma di Monte Campo. E’ una veduta affascinante che testimonia come Capracotta fosse inserita nei percorsi artistici e culturali dell’epoca. […]

Quel treno delle 0.40 da Napoli

Emilio Buccafusca (a sinistra) sull’Aremogna Ultimo della classe, pigro, svogliato, si staccava dalla piattaforma della Stazione di Piazza Garibaldi, tra la disattenzione generale, alle zero quaranta. Non lo degnavano di un’occhiata nemmeno i facchini che, malgrado i viaggiatori fossero curvi sotto il peso di cassette per militari in licenza, valige di cartone legate con lo […]

I sacerdoti (1908)

Cinque sacerdoti e una bambina. Nella loro solenne, ieratica staticità sembrano aver fermato anche il tempo. E, in effetti, ci sono riusciti. Vestiti elegantemente con talare, zimarra e cilindro (cappello da prete) posano con composta e attenta disinvoltura. Al centro l’Arciprete Don Filippo Falconi (Parroco dal 1889 al 1917), ben distinto dal fiocco che spunta […]

Chiesa Madre: l’orologio a pendolo del canonico don Agostino Campanelli

Nella Parrocchia dedicata a Santa Maria in cielo Assunta, l’amatissima Chiesa Madre di tutti i capracottesi, dietro l’altare maggiore, nella zona del coro, sul lato sinistro per chi entra in chiesa, è presente fin dal 1847 un orologio a pendolo. Sull’anta dell’armadio in cui è custodito il pendolo, è affisso un foglio scritto a mano […]

Amici di Capracotta: apertura della campagna soci per l’anno 2020

L’ Associazione Amici di Capracotta  invia un sentito ringraziamento a tutti coloro che ci seguono sul sito web e su Facebook (sia sulla pagina che sul gruppo); grazie a voi fra poco saranno superati i 6 milioni di contatti nell’arco di 7 anni e non è un risultato di poco conto, anzi.  Da voi dunque  […]