Moliseindettaglio.it, la top ten dei cognomi più diffusi a Capracotta

Il cognome più diffuso, oggigiorno, a Capracotta è Carnevale, seguito da Paglione e Di Nucci. La singolare classifica è stata stilata dal sito web Molise.indettaglio.it nella pagina telematica dedicata alla nostra cittadina. Il portale, in particolare, elenca i primi dieci cognomi di Capracotta ordinati secondo un valore numerico che rappresenta la stima del numero di […]

Vincenzo Matteo e famiglia (1900)

Vincenzo Matteo e Clara Di Nardo provenivano da Capracotta e sono venuti insieme alle famiglie Labatte e Yanucci a lavorare nello zuccherificio “Ingenio San Germes”. Si stabilirono a “El Zanjón”. Avevano i seguenti figli: Giuseppina (Josefa), nata in Italia, che ha sposato prima con Donato Buenvecino, e ha avuto: Lorenzo Emidio (Farmacia “Modello”), Luciano, Maria B. […]

Vincenzo Matteo y familia (1900)

Vincenzo Matteo y Clara Di Nardo provenían de Capracotta, y vinieron conjuntamente con las familias Labatte y Yanucci a trabajar en el Ingenio Saint Germes. Se instalaron en “El Zanjón”. Tuvieron los siguientes hijos: Giuseppina (Josefa), nacida en Italia, que se casó primero con Donato Buenvecino, y tuvo a: Lorenzo Emidio (Farmacia “Modelo”), Luciano, María […]

Il monaco del Celio

Correva l’anno di guerra 1917: al fronte sul Carso, un giovane contadino capracottese saltò su una mina che gli tranciò via una gamba ed un occhio. Si chiamava Vincenzo Di Nucci, classe di ferro 1897. Per il resto della sua vita fu da tutti chiamato “Vincenzo la Madonna” per aver svolto l’attività di custode del […]

Capracottesi d’Argentina, la benedizione di Radio AM LV 11 dei fratelli Castiglione (1937)

Questa foto è stata scattata nel mese di agosto del 1937 quando i fratelli Antonio e José F.L. Castiglione hanno fatto benedire il trasmettitore radio, Radio AM LV 11, da loro fondata. Tra i due, al centro, è seduta la madre, Carmen Conti Castiglione (emigrante di Capracotta). Aveva difficoltà di deambulazione e non riusciva a […]

La Madonna, sand’Andogne e re Patrètèrne

Mio nonno Domenico, detto Minghe de Carmenone, partecipò alla Prima Guerra Mondiale e tornò mutilato e invalido dalla sua esperienza bellica. Dal 1925 al 1963 abitò con tutta la sua numerosa famiglia nella  zona periferica indicata come “Abballe alla Fundione”, in quella che era- ed è ancora- l’ultima casa di Capracotta verso le sorgenti del […]

Leone, e la paura del buio non c’è più

Le famiglie de re Carmenone (mia famiglia: Di Nucci) e de re Paciglie (Di Lullo), legate anche da vincoli di comparizia, condividevano, oltre la solita vita da contadini, anche quella di carbonai e calcaruoli. Invece le altre due famiglie che abitavano l’ultimo gruppo di case della Fundione insieme a noi, i fratelli Matteo con Ze E’rriche (Zio […]

Il portafoglio e la moglie ladra

Mio nonno, aveva un capace  portafoglio. I posti abituali per conservarlo erano la tasca interna sinistra  di una giacca o la tasca posteriore dei pantaloni, chiusa da un bottone. Mia nonna non gradiva che mio nonno conservasse il portafoglio nella tasca posteriore e spesso lo rimproverava anticipandogli che un giorno o l’altro quel portafoglio sarebbe […]

Il primo emozionante viaggio in Italia: 1973

La  Seconda Guerra Mondiale e il successivo decennio, con la sfida della ricostruzione dell’Italia, permettevano soltanto limitate opportunità di viaggio agli italo-americani desiderosi di visitare la famiglia nel “vecchio paese”. Tuttavia, a partire dagli anni ’60, in pieno boom economico, un’Italia in ripresa iniziò ad accogliere molti visitatori dagli USA intenzionati a rinnovare i loro […]