La promessa (mantenuta) di Angelo Santilli a santa Lucia

La cappella di santa Lucia costruita dall’emigrante capracottese Angelo Santilli al Vinalar Il capracottese Angelo Santilli, emigrato in Argentina, costruisce nel 1902, nel quartiere del Vinalar a Santiago del Estero, una cappella in onore di santa Lucia per ringraziarla di avergli ridato la vista. La vicenda è narrata da un altro nostro compaesano d’Argentina, Orestes […]

Carmine Carnevale, imprenditore a londra: «Quando a 19 anni lasciai Capracotta…»

Era il mese di dicembre di 58 anni fa, nel 1960, quando tra lacrime e apprensioni per il futuro, Carmine si lasciò il suo paese alle spalle e raggiunse Londra dove si ritrovò tra tanti veneti, friulani e piemontesi, a fraternizzare in una metropoli sconosciuta. Gli bastarono sei anni per mettersi in proprio ed aprire […]

Il ricordo del terremoto del 23 novembre 1980 in una poesia di don Geremia Carugno

Il 23 novembre del 1980, alle ore 19:34, una scossa di terremoto di grado X della scala Mercalli -con epicentro nei Comuni di Teora, Castelnuovo di Conza e Conza della Campania- colpì un’area di 17.000 chilometri quadrati tra la Campania centrale e la Basilicata centro-settentrionale. Il sisma, passato alle cronache come “terremoto dell’Irpinia”, provocò circa […]

Kant, il cielo stellato e Capracotta. Di Maria Delli Quadri

Oggi, alle ore 15.00, si svolgeranno i funerali di Maria Delli Quadri nella Chiesa Madre di Capracotta. Ora che è volata in cielo, vogliamo ricordarla un’ultima volta riproponendo questo suo bellissimo testo scritto il 29 dicembre del 2015 su ispirazione della splendida foto di alba capracottese scattata due giorni prima da Oreste Trotta. Il filosofo […]

Lutto in casa Conti, ci ha lasciato Maria Delli Quadri

Maria Delli Quadri

Maria Delli Quadri stanotte ci ha lasciati. Era nata nel 1935 ad Agnone e, dopo il matrimonio con il nostro compaesano Luigino Conti, si era trasferita nel 1964 a Capracotta. Professoressa di Lettere in pensione, ha trascorso i suoi ultimi anni scrivendo sul web pensieri e aneddoti su Capracotta (definito genericamente “il borgo”) e Agnone, […]

Il capracottese Ermanno D’Andrea “Maestro della Meccanica 2018”

Ermanno D'Andrea maestro della meccanica 2018

La premiazione di Ermanno D’Andrea. Foto: Ucimu – Sistemi per produrre Il capracottese Ermanno D’Andrea ha ricevuto venerdì scorso il premio “Maestro della Meccanica” per l’anno 2018 in occasione della trentunesima edizione della manifestazione “Bi-Mu”, la più importante mostra italiana dedicata a macchine utensili, robot, automazione, digital manufacturing, tecnologie ausiliari e abilitanti, svoltasi presso la […]

L’Argentina alla conquista dello spazio grazie a due ingegneri di origini capracottesi

Sabato prossimo, 6 ottobre, l’Argentina manderà nello spazio il suo primo satellite di osservazione della Terra:  il Saocom 1A. Il lancio è previsto alle ore 23.21 (orario argentino) dalla base statunitense di Vanderberg in California con il razzo “Falcon 9”. Il satellite artificiale è stato realizzato dalla società argentina Invap in collaborazione con alcune aziende, […]

Un oste poco previdente: Quaranta di Agnone e Cinquecento di Capracotta

Belli o brutti, sfiziosi o irripetibili, insignificanti o balordi, ancora oggi i soprannomi sono il mezzo più sicuro per identificare una persona. L’origine dei soprannomi coincide  con l’inizio della vita in comune: essi hanno accompagnato l’uomo da sempre. Basta dare una superficiale occhiata a qualsiasi testo di letteratura latina ed ecco che nel 300 a.C. incontriamo […]

Tre fratelli capracottesi negli Stati Uniti d’America: Francesco, Giuseppe e Antonio Sozio

L’8 ottobre del 1902 si imbarcarono a Napoli per gli Stati Uniti i tre figli di Gaetano Sozio: Francesco e Giuseppe, nati rispettivamente nel 1876 e 1878 da Rosaria (Consilia) Evangelista, e Antonio, nato nel 1885 da Antonietta (Paolina) Carugno. Gaetano restò vedovo nel 1878 perché la moglie morì di parto nel dare alla luce […]

«S’ qualcun’ l’ara accid’ a quiss, quir’ so Ji ! Però ueà a chi me re tòcca»

Taverna di Cerrosecco, Ripabottoni, anni Trenta del secolo scorso: una bella struttura in pietra lavorata sulle ultime balze molisane prima della grande pianura pugliese del Tavoliere, al centro della via della transumanza e del piccolo commercio, posto di ristoro dei viandanti e dei loro cavalli. Un incontro casuale alla taverna, non voluto dai protagonisti, Sebastiano Paglione […]