Coltiviamo la memoria 1943 – 2018 (parte seconda): dalla cattura dei civili alla ricostruzione del paese

Un’immagine della Terra Vecchia di Capracotta dopo la distruzione da parte dell’esercito nazista in ritirata I tedeschi non si limitarono solo a fare razzie; ad un certo momento cominciarono a catturare giovani per adibirli a lavori di bassa manovalanza e riecheggiò più spesso « Éssǝ rǝ tǝdischǝ!» quando pattuglie tedesche in perlustrazione si avvicinavano a […]

Coltiviamo la memoria 1943 – 2018 (parte prima): dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale all’occupazione tedesca di Capracotta

Sabato 8 dicembre 2018, con inizio alle ore 17, si svolgerà il convegno “75 anni fa la Guerra: la distruzione, lo sfollamento… Coltiviamo la memoria” organizzato dall’amministrazione comunale e dalla Pro Loco presso la sala convegni dell’Hotel “Il Conte Max” in via Vallesorda. Anche noi dell’Associazione “Amici di Capracotta” vogliamo offrire un nostro contributo con […]

Il Principe di Piemonte alle gare sciatorie di Capracotta

La fotografia ritrae il futuro ”Re di Maggio”, Umberto II, attorniato da un gruppo di sciatori, i quali, stando al titolo, partecipavano alle gare del campionato centro-meridionale, svoltesi a Capracotta. Non ci sono articoli specifici a corredo della fotografia, tratta dalla rivista per ragazzi dell’epoca intitolata “Gioventù Fascista”, disponibile il 10 febbraio 1932 e diretta […]

“Capracotta? Che nome buffo!”. Una storia di Capracotta per bambini

Panorama di Capracotta. Foto: Paolo Dell'Armi

Panorama di Capracotta. Foto: Paolo Dell’Armi “Capracotta? Che nome buffo ha questo paese?” esclama all’improvviso Claudia a spasso con nonno Matteo nella villa comunale. “Non è il solo paese in Italia ad avere un nome strano- ribadisce il nonno. Pensa che in Puglia un paese si chiama Troia ed in Umbria un altro paese si chiama […]

Festa delle Forze Armate a Capracotta: il ricordo dei fratelli Fiadino e la memoria di Bill Parker

Il 4 novembre del 1918 finiva la Grande Guerra e l’Italia vinceva la guerra più terribile che il mondo avesse visto fino ad allora. A cento anni da quel conflitto spaventoso, abbiamo celebrato la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Lo abbiamo fatto con la deposizione di una corona di alloro davanti alle lapidi, […]

Un oste poco previdente: Quaranta di Agnone e Cinquecento di Capracotta

Belli o brutti, sfiziosi o irripetibili, insignificanti o balordi, ancora oggi i soprannomi sono il mezzo più sicuro per identificare una persona. L’origine dei soprannomi coincide  con l’inizio della vita in comune: essi hanno accompagnato l’uomo da sempre. Basta dare una superficiale occhiata a qualsiasi testo di letteratura latina ed ecco che nel 300 a.C. incontriamo […]

Tre fratelli capracottesi negli Stati Uniti d’America: Francesco, Giuseppe e Antonio Sozio

L’8 ottobre del 1902 si imbarcarono a Napoli per gli Stati Uniti i tre figli di Gaetano Sozio: Francesco e Giuseppe, nati rispettivamente nel 1876 e 1878 da Rosaria (Consilia) Evangelista, e Antonio, nato nel 1885 da Antonietta (Paolina) Carugno. Gaetano restò vedovo nel 1878 perché la moglie morì di parto nel dare alla luce […]

Corrispondenza tra sindaci: un maestro con la giustificazione

In questi giorni riaprono le scuole e si ritorna, dopo le vacanze, alla vita di tutti i giorni, rimpiangendo il periodo di riposo e di divertimento, almeno per i più piccoli. Da che mondo è mondo l’assenza dell’alunno a scuola viene giustificata dai genitori “o da chi ne fa le veci” (come riportato sul libretto […]

Duecentosettantasei volte grazie

La presentazione del volume “Gli accordi militari del 1495 di Agnone, Capracotta e Vastogirardi” a Capracotta Grazie. Semplicemente grazie per il grande interesse finora manifestato verso la pubblicazione “Gli accordi militari del 1495 di Agnone, Capracotta e Vastogirardi” realizzata dalla nostra Associazione “Amici di Capracotta” per l’estate 2018. Dalla presentazione del 10 agosto presso la […]

9 luglio 1657: i banditi invadono Capracotta

«A dì 9 di luglio 1657 giorno di lunedì alle tredici hore fu il secondo e sempre ricordevole flagello che ha patito questa Terra di Capracotta». Comincia con queste parole la descrizione dell’arrivo dei banditi nella nostra cittadina tramandataci dal “Catalogus Rerum Memorabilium”, un grosso volume ecclesiastico compilato a partire dal 1644 dall’arciprete Pietro Paolo […]