Settembre 1943: la rappresaglia sfiorata

In occasione del 70° anno della distruzione di Capracotta ho deciso di raccontare una serie di episodi accaduti nei 60 giorni di occupazione tedesca in contrada Guastra. Queste vicende furono a suo tempo  riferite da mia nonna Giovannina Mendozzi, (R’amicone, nonna materna) confermate  da mio zio Antonino Di Nucci (zio materno e vivente a Villanova di […]

L’insediamento sannitico di Fonte del Romito

Dall’ambizione di ritrovare il santuario di Cerere alla scoperta di un vero e proprio insediamento umano con una vitalità ininterrotta di circa mille anni. Dall’aspettativa di fare luce sull’effettivo ruolo della Tavola Osca alla prospettiva, invece, di studiare la progressiva evoluzione di un centro abitato sannitico dall’età protostorica fino agli inizi dell’età imperiale di Roma. La […]

Capracottesi a Canosa: quella lapide scomparsa

Un documento del 15 maggio 1757 registrato nel Libro delle Memorie fa riferimento ad  un vero e proprio contratto stipulato nel 1602 tra l’Università di Capracotta e i Priori Generali dell’allora  Chiesa di santa Maria  del Carmine della Città di Canosa di Puglia. È un’altra interessante pagina della storia di Capracotta che viene portata alla luce. Le […]

Tempi di guerra: l’incontro con i tedeschi a Capracotta

Pubblichiamo il testo “Tempi di guerra: l’incontro con i tedeschi a Capracotta”, vincitore della quarta edizione del concorso letterario di Capracotta. L’autore, Alfonso Di Sanza, è appassionato di storia, genealogia e araldica. Ha realizzato diverse iniziative (sito web casadalena.it premiato con lo Scudo d’Oro 2010 dal Centro Studi Araldici) e pubblicato articoli sul bimestrale Nobiltà […]

La campana rotta

“In occasione del funerale celebrato al Sommo Pontefice Pio IX nel Gennaio del passato anno 1878 venne a rompersi per la terza volta nel secolo corrente la Seconda Campana della Chiesa principale. Così rotta è stata sonata stonatamente fino a Marzo 1879, quando essendosi conchiuso con il Sig. Tomaso Marinelli  di Agnone, il contratto per […]

Venuta di S.A.R. il Duca di Calabria in Capracotta il 16 settembre 1824

Sull’idea di doversi condurre nella tenuta di Montedimezzo sua altezza Reale, il Duca di Calabria, Francesco Borbone, il primogenito di Ferdinando I°, il nipote di Carlo e di Enrico, era mestieri doversi procedere allo stabilimento di un luogo elevato che potesse rendere soddisfazione alle manifestate voglie della Persona Reale. Incaricato all’uopo l’amministratore dei di lui beni, […]

Capracotta- I suoi emigranti a Santiago del Estero, Argentina. La legge provinciale che li avvantaggiò (1876)

La legge del 17 novembre del 1876 esentò dalle imposte per 10 anni gli stabilimenti di canna da zucchero, chi produceva 300 barili di vino di buona qualità e per 5 anni chi produceva 300 barili di vino o aveva un vigneto di sua proprietà con una estensione di cinque “cuadra” (cuadra: unità di misura […]

Capracotta – Sus emigrantes a Santiago del Estero, Argentina. La ley provincial que los benefició (1876)

La ley del 17 de noviembre de 1876 eximió de impuestos por 10 años a los establecimientos de caña de azúcar, a los que elaboraran 300 barriles de vino de buena calidad, y por cinco años a los que elaborasen 300 barriles de vino o tuviesen una viña de su propiedad, con una extensión de […]

Breve storia di Capracotta: dalle origini ai giorni nostri

Preistoria, Sanniti e Romani (120.000 a.C.- 476 d.C.). Le più antiche tracce della presenza umana nel territorio di Capracotta risalgono al periodo Musteriano: in località Morrone sono stati ritrovati strumenti di caccia dell’uomo di Neanderthal. Il primo insediamento stabile risale, invece, al IX secolo a.C. Si tratta di un centro abitato ritrovato nel corso di cinque campagne di scavo promosse […]