R’ zéngare de Capracotta

“Finita la transumanza o brigante o emigrante”, recita un detto famoso. In effetti, dopo l’Unità d’Italia, alcuni cittadini del Sud scelsero di fare i briganti, tanti altri emigrarono. A Capracotta, quei pochi che scelsero di darsi al brigantaggio lo fecero a seguito dei moti del 1860 mentre tutti gli addetti in soprannumero  gradatamente riconvertirono il loro mestiere […]

La ciummenéra, re braciere e re monache

Oggi quasi tutte le case sono dotate di impianto di riscaldamento; capaci radiatori riscaldano ogni stanza. La facilità con cui si governa il clima di una casa ha fatto dimenticare tante piccole e grandi complicazioni una volta collegate alla vita di ogni giorno. L’impianto di riscaldamento ha definitivamente cancellato e soppiantato il camino. La  “ciummenèra”, un tempo […]

Formaggi e legumi molisani, le tradizioni agricole di Capracotta a “Geo” su Rai 3

E’ stata una Festa del Papà speciale quella di quest’anno per Capracotta. A distanza di circa un mese  dal’ampio servizio a “Linea Bianca” su Rai Uno e dalla citazione nella trasmissione “Kilimangiaro” su Rai Tre, la nostra cittadina è tornata nuovamente alla ribalta televisiva nazionale all’interno del documentario “Formaggi e legumi” del Molise realizzato da […]

Il culto di san Giuseppe a Capracotta

San Giuseppe è uno dei santi più importanti della Cristianità. Secondo il Nuovo Testamento, è lo sposo di Maria e padre putativo di Gesù. È venerato come Santo dalla Chiesa Cattolica e dalla Chiesa Ortodossa. A Capracotta si venera nella cappella della famiglia Castiglione nella Chiesa Madre. Sull’altare di questa antica e importante Casata cittadina, […]

Canapa Mundi, un’opportunità per rilanciare la coltivazione della pianta a Capracotta e nell’alto Molise

Fin dal prima edizione della festa-convegno sull’Ortica, svoltasi a Capracotta a fine giugno del 2004, misi-mettemmo in evidenza che occorreva promuovere una forma di gemellaggio tra l’Ortica e la Canapa e coloro che amano raccogliere le erbe spontanee, non solo per uso alimentare, e coloro che amano coltivare e trasformare in mille prodotti la Canapa. […]

Sui campi nevosi di Capracotta. Una cronaca sportiva del 1935

  CAMPOBASSO, 16. – L’ardente passione per gli sports invernali ha pervaso in un ritmo crescente le masse sportive molisane, le cui file di giorno in giorno si ingrossano di fedeli entusiasti adepti: giovanissimi delle avanguardie balillistiche e dei reparti dal fazzoletto dai colori di Roma, giovani dalla tempra irrobustita nei cimenti sportivi – adulti […]

Una chiesa e un ospedale: il culto di sant’Antonio abate a Capracotta

Un’immagina votiva di sant’Antonio abate Jocelin de Chateau Neuf  nei primi anni dell’anno 1000 portò nel Delfinato in Francia le spoglie di sant’Antonio abate, avute in dono, pare, dall’imperatore di  Costantinopoli. Le reliquie vennero lasciate a La Motte Saint Didier attuale Saint Antoine l’Abbaye, vicino alla città di Vienne.  Qui nel 1095 sorse una comunità laicale, con fini […]

Jennare, jennarone sci sfasciate ru catenare e ru cascione

Un’immagine invernale di Capracotta con la neve di Paolo Conti Nel mese di gennaio la gente, a Capracotta e altrove, metteva mano alle ultime provviste e aspettava con sollievo l’uscita del mese per poter finalmente  riprendere qualche piccola attività; non che febbraio regalasse qualcosa. Ma le giornate più lunghe, il mese più corto, un po’ […]

L’origine della tradizionale salita del 31 dicembre a Monte Campo

Il 31 dicembre di ogni anno si svolge a Capracotta una escursione particolare: la salita a monte Campo (1750 m.) fino alla croce che è situata sulla vetta. Fin dalle prime ore del pomeriggio a scaglioni o alla spicciolata, gli amanti della montagna salgono e affrontano l’erta con ardore e sicurezza. Sono tanti oggi: una […]

La promessa (mantenuta) di Angelo Santilli a santa Lucia

La cappella di santa Lucia costruita dall’emigrante capracottese Angelo Santilli al Vinalar Il capracottese Angelo Santilli, emigrato in Argentina, costruisce nel 1902, nel quartiere del Vinalar a Santiago del Estero, una cappella in onore di santa Lucia per ringraziarla di avergli ridato la vista. La vicenda è narrata da un altro nostro compaesano d’Argentina, Orestes […]