Pages Navigation Menu

L’arte della capracottese Fabiola Di Tella nella rassegna “Spazio Bianco” a Villetta Barrea

 

Nell’incantevole cornice del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, nel suggestivo scenario dei palazzi del centro storico e dell’antica Torre di Villetta Barrea, verrà inaugurata quest’anno, nei giorni 16, 17 e 18 agosto, la prima edizione della rassegna “Spazio Bianco, tra storia e colori”, mostra di pittura, scultura, fotografia ed artigianato artistico.

Il progetto, voluto dal Comune di Villetta Barrea e dall’associazione Borgo Fattoria Didattica con la preziosa collaborazione della curatrice della Rassegna, Fabiola Di Tella, nasce dalla volontà di dare agli artisti del luogo e del territorio nazionale la possibilità di esporre gratuitamente le proprie opere nelle sale dei palazzi del centro storico.

Nello “Spazio Bianco”, bianco come la roccia caratteristica del luogo, sette artisti provenienti da tutta Italia si confronteranno e animeranno con le loro vivaci opere Palazzo Dorotea, Palazzo Fontana e l’antica Torre medievale, recentemente restaurata. L’arte contemporanea, attraverso un itinerario suggestivo, porterà quindi i visitatori alla scoperta degli angoli più nascosti dell’antico borgo di Villetta Barrea.

Differenti sono le sperimentazioni degli artisti presenti: dallo studio sulla forma e sul colore nelle opere di Fabiola Di Tella al linguaggio materico evidente nella pittura di Nucci Frigeni, dalle creazioni dell’anima di Gabriella Trabattoni alla pittura alchemica di Daniela Aloisi, passando attraverso gli scatti naturalistici di Luciano Caporale, che richiamano istanti di natura incontaminata, gli attimi immortalati da Marco Basili di una insolita Parigi o di mani segnate dal tempo, e le multiformi creazioni in legno de “le mani sanno…” che testimoniano la continuità di un artigianato assolutamente vitale nonostante le difficoltà epocali. Il tutto interagisce con la monumentalità dei palazzi antichi che donano ulteriore vigore alle opere artistiche presenti.

“Spazio Bianco” vuol essere molto più di una semplice mostra, non solo in quanto il colore invade e si appropria delle superfici severe dei palazzi ma soprattutto perché il viaggio tra storia e colori conduce verso le vibrazioni più profonde dell’animo umano.

 L’inaugurazione della Rassegna sarà a Villetta Barrea mercoledì 16 agosto, alle ore 17:00, presso Palazzo Dorotea, in cui, dopo il saluto del Sindaco, l’introduzione della curatrice della Rassegna e un bel video di Paolo Forconi sul territorio del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, sarà possibile conoscere tutti gli artisti presenti. Nel pomeriggio del 17 agosto, sia a Palazzo Fontana che nella Torre, verranno offerti i tipici dolci di Villetta Barrea, mentre il giorno successivo, il 18 agosto alle ore 17:00, nella sala consiliare del Comune sarà presentata dall’architetto Franco Valente una relazione sui magnifici affreschi longobardi della cripta di Epifanio a San Vincenzo al Volturno, a cui seguirà una “Cena con la storia” presso il Museo della Transumanza per ringraziare tutti gli artisti intervenuti.

 Fabiola Di Tella, originaria di Capracotta e da anni residente ad Orvieto, è laureata in Conservazione dei Beni culturali presso l’Università degli Studi della Tuscia e, dopo diverse esperienze lavorative, è diventata assistente personale della coreografa-architetto Lucia Latour, fondatrice della compagnia di danza contemporanea Altroequipe. Entrata in contatto col maestro Achille Perilli – cofondatore assieme ad Attardi, Consagra, Dorazio, Guerrini, Accardi, Sanfilippo e Turcato del Gruppo Forma 1, movimento dell’avanguardia italiana di fine anni ’40 – la Di Tella ha cominciato un percorso artistico in perenne ricerca, basato sull’astrattismo e su sperimentazioni che indagano l’uso e le tecniche del colore in quanto elemento materico capace di suscitare e trasmettere stati d’animo, in una sorta di interazione concreta, tangibile, con lo spettatore.

Finora Fabiola Di Tella ha al suo attivo la mostra personale “La forma ed il colore… sperimentando” (2016) presso il Museo Futuro Remoto di Villetta Barrea e due partecipazioni a mostre collettive di grande interesse, ovvero il “Periscopio sull’arte in Italia” di Corigliano Calabro e il XLIII Premio Sulmona. Quest’anno la nostra Fabiola sarà investita di un doppio ruolo – da un lato quello eminentemente artistico, concettuale e creativo, dall’altro quello organizzativo – per una sfida di più ampio respiro, il cosiddetto “Spazio Bianco”, un evento che farà certamente parlare di sé e di cui proponiamo il comunicato stampa, firmato dall’artista stessa.

Nella fotogallery, alcune opere dell’artista. Cliccare sulle immagini per ingrandirle.