Pages Navigation Menu

Le pubblicazioni degli “Amici di Capracotta” per la stagione 2017 – 2018

 
«Crapecoctae», dall'accordo militare tra Capracotta e Agnone del 1495

«Crapecoctae», dall’accordo militare tra Capracotta e Agnone del 1495

La prigionia dei due teologi protestanti slovacchi Jan Simonides e Tobias Masnik per sei settimane nelle carceri di Capracotta del XVII secolo. Gli atti del convegno “Andar per Santi” organizzato lo scorso 8 agosto nella Chiesa Madre di Capracotta. L’amore dello scrittore belga Christian Beck per la capracottese Maria Pia Falconi con tanto di soggiorno a Capracotta agli inizi del Novecento e un accordo militare sottoscritto nel 1495 dalle comunità di Capracotta e Vastogirardi con la città regia di Agnone contro i possibili attacchi del re di Francia Carlo VIII.

Il Direttivo dell’Associazione “Amici di Capracotta” ha deliberato all’unanimità le pubblicazioni per la stagione 2017 – 2018. Più in dettaglio, l’Associazione pubblicherà la traduzione in italiano con introduzione storico-critica dei seguenti testi:

1) “Incarceratio, liberatio et peregrinatio” di Jan Simonides e Tobias Masnik: il libro, pubblicato nel 1676, è molto importante sia perché le prime annotazioni sono stata trascritte nelle carceri di Capracotta sia perché ci offre una panoramica sulla Capracotta della seconda metà del Seicento con numerose curiosità e notizie interessanti.

2) “Le Papillon: journal d’un romantique”: racconta la passione del giovane scrittore belga Christian Beck per la nostra compaesana Maria Pia Falconi. Beck raggiunse la sua amata a Capracotta nell’estate del 1909. Nel romanzo, Capracotta non è mai espressamente citata col suo vero nome ma ci sono delle descrizioni e dei riferimenti chiari al nostro territorio e alla nostra cittadina.

3) Due pergamene in latino in cui sono descritti due accordi militari sottoscritti nel 1495, rispettivamente, dalle comunità di Capracotta e di Vastogirardi con Agnone, città regia con tanto di castello e soldati, per proteggersi in caso di aggressione da parte delle truppe del re di Francia Carlo VIII. I due documenti offrono importanti spunti sulla storia di Capracotta nel tardo Rinascimento.

Oltre a questi testi, l’Associazione “Amici di Capracotta” pubblicherà gli atti del convegno “Andar per Santi” trascrivendo gli interventi di Franco Valente e Francesco Di Rienzo.

«Vogliamo ringraziare tutti gli amici che ci aiutano nelle nostre attività sociali- afferma il presidente Domenico Di Nucci- proponendoci idee  e collaborando fattivamente alla loro realizzazione. Quest’anno proporremo un nuovo modello di pubblicazione, il “quaderno”, cioè un testo più breve focalizzato però su un singolo argomento specifico. Siamo sicuri che incontrerà il favore del pubblico così come i temi scelti che raccontano tanti aspetti poco noti della storia della nostra amata cittadina».