Pages Navigation Menu

Orticaria 2017: il grande gioco dell’Oca dell’ortica, della canapa e dell’alloro a Capracotta

 

Si svolgerà da venerdì 12 a domenica 14 maggio p.v. il primo dei due appuntamenti della manifestazione “Orticaria 2017″, organizzata per il tredicesimo anno dalla Casa delle Erbe, dalla Scuola di Raccoglitrici, dalla Coop. “Lentamente” e dal Circolo “Irene e Lucia di Milione” dell’Associazione “Vivere con cura” in collaborazione con la Pro Loco e il Comune di Capracotta nella nostra cittadina: un convivio di tre giorni alla riscoperta dell’ortica, della canapa e dell’alloro.

Ecco il programma completo delle tre giornate:

Dal Venerdì 12 a Domenica 14 – Via Falconi, 19

Ore 9.30 – 11.30:  Raccolta dell’Ortica e corso sulle Erbe spontanee.

Ore 15.00–18.00: Corsi/lab di Cucina e Cosmesi con Ortica Canapa e Alloro

Sabato 13 –  OCA -Ortica Canapa Alloro- DAY.  Via Falconi, 19

Ore 9.30 – 14.00: Camminata -nel paese- di riconoscimento e raccolta e corso di Cucina

Piazza Falconi o in caso di pioggia Museo Comunale in Piazza Falconi

Ore 16.00 – 19.00: Laboratorio di Cosmesi e Tavola Rotonda sul tema:  “Il Grande Gioco dell’OCA: Ortica Canapa e Alloro”

Ore 20.00. Trattoria La Traversa. Pizza dell’Oca. Prenotare: Carmela 3880910766

Domenica 14 – OCA DAY .  Piazza Falconi (in caso di pioggia Museo)

Ore  10.00 – 12.00: Camminata -nel paese- con riconoscimento e raccolta di Erbe

Ore 12.00 – 14-00: Corso/Lab di Cucina: Ortica, Canapa, Alloro e Fiori. Via Falconi,17

Ore 15.00 – 19.00: Camminata a Monte Capraro

«Questo è il primo convivio dedicato alle tre piante- spiega Antonio D’Andrea, presidente dell’associazione “Vivere con cura-. Nasce a Capracotta perché, grazie ai nostri corsi-laboratori condotti da esperti nei vari campi a diverso titolo e al dialogo che cerchiamo di far diventare sempre più multidisciplinare, quasi tutti gli anni nascono proposte e  campagne divulgative per costruire un mondo e uno stile di vita ecologici e armoniosi. Inoltre, le iniziali delle tre erbe danno in termine “Oca”. Quindi, il convivio vuole essere anche una sorta di grande gioco dell’Oca per imparare, divertendosi, gli usi alimentari, cosmetici e per la cura della casa delle tre piante».