Nel ricordo di CARLO: un fratello davvero… speciale

“perché sei un essere speciale:  ed io avrò cura di te!” (da: “La Cura” di Franco Battiato)   A circa un anno dalla sua scomparsa, guardo ogni giorno la foto in cui Carlo sorride facendo il “solitario” con le carte da gioco: e non mi sembra ancora vero che ci abbia lasciato per sempre. Infatti […]

I libri degli “Amici di Capracotta” sulla biblioteca digitale “E.A. Paterno”

Tutti i volumi culturali dell’Associazione “Amici di Capracotta” saranno pubblicati sulla Biblioteca Digitale Molisana “E.A. Paterno”. E potranno essere letti e scaricati on line gratuitamente da tutti. Nello scorso week end, il presidente Francesco Di Rienzo, sulla base di un decisione presa all’unanimità nella prima riunione del nuovo Direttivo, ha concordato con il responsabile del […]

In ricordo di Domenico: il primo degli “Amici di Capracotta”

   Quando, solo alcuni giorni fa’, sono stato informato della tua malattia, Domenico e, purtroppo, anche della sua gravità, una dolorosa “fitta” mi ha attraversato dalla testa ai piedi; mi sono tornate in mente, infatti, le parole testuali di un messaggio che mi avevi inviato alla fine dello scorso mese di novembre: “ qui ad […]

Lettera di Natale agli… “Amici di Capracotta”

Non è facile una riflessione scritta sul Natale in un momento così travagliato: tanto più negli aggrovigliati pensieri di questo periodo e pur restando convinto che una lettera tradizionale sia tuttora uno dei migliori mezzi di comunicazione: specie nell’imperversare, ormai così diffuso ed esasperato, dei cosiddetti “social”.    Ho pensato in questi giorni che mi […]

Don Nicola Angelaccio: il parroco della “rinascita post-bellica” a Capracotta

Don Nicola Angelaccio

Ho cercato di immaginare, da ragazzo, i pensieri e le emozioni di don Nicola Angelaccio al momento della sua nomina a Parroco di “S. Maria in Cielo Assunta” a Capracotta: specie riflettendo alla famosa massima evangelica, secondo cui “nessuno è profeta nella sua patria”.  Molto giovane infatti, era subentrato nell’impegnativo incarico pastorale al reverendo concittadino […]

Il “mistero” degli antichi nomi di “Monte Campo” e “Monte Capraro”

Sebbene del tutto inesperto dell’argomento, ho letto con grande interesse il contributo di Domenico Di Nucci del 14 Aprile scorso intitolato “Monte Sant’Angelo” e “Tre Portelli”: lo stesso interesse che dedico da tempo a tutti gli articoli pubblicati e diffusi dal sito “Amici di Capracotta” e che apprezzo sempre moltissimo. D’altro canto non poteva che […]

M’è sɘmbratɘ dɘ calà còme rɘ viéndɘ, n’haiɘ cascatɘ, èppurɘ ….haiɘ arrɘviatɘ uldɘmɘ!

Plaudendo all’iniziativa di alcuni amici che, anche in questi giorni, si sono cimentati nel ricordo biografico di cari personaggi “capracottesi”, ho avuto anch’io l’dea di farlo:  certamente favorito dall’atmosfera irreale e dal silenzio che caratterizza, volenti o nolenti, questo periodo di isolamento cui ci costringe la pandemia in corso. E’ assai verosimile, inoltre, che lo […]

Pensieri e messaggi… autunnali (da una fotografia di Prato Gentile)

E’ sempre più frequente ed anche, se vogliamo, più malinconico che io rifletta all’impossibilità di riappropriarmi delle mie origini nel senso di risiedere di nuovo e stabilmente a Capracotta, il paese in cui sono nato e vissuto fino all’ adolescenza: per di più, in questi ultimi anni, senza neppure potervi soggiornare almeno per brevi periodi […]

La mia favola dello spartineve… a Capracotta

Aldo Trottta in una recente iniziativa dell’Associazione “Amici di Capracotta” “My fairy tale of the snowplough” (La mia favola dello spartineve): così intitolavo, molti anni fa’ un piccolo componimento in lingua inglese nel periodo in cui frequentavo dei corsi serali per adulti di questa lingua, divenuta cosi indispensabile per tutte le professioni; ricordo lo stupore dell’insegnante che, pur […]

Anno Domini 1656. La peste a Capracotta: Il batterio di Yersin. Peste e “pestilenze” nel corso dei secoli

Il medico svizzero Alexandre Yersin

Il medico svizzero Alexandre Yersin Come medico ospedaliero, ho sempre subito il grande fascino della storia della medicina soprattutto in tema di grandi epidemie del passato: riflettendo principalmente sul fatto che, per tantissimi secoli, di tali drammatici eventi morbosi non si conosceva assolutamente nulla o quasi circa gli agenti infettivi che li provocavano e i loro possibili rimedi. […]