Interruzione corrente elettrica per lavori non comunicati, Paglione: «Sono servizi essenziali: indispensabile una corretta e tempestiva informazione»

Disagi a Capracotta per l’interruzione, parziale, dell’energia elettrica. Per buona parte della giornata – dalle 10,00 alle 16,00 – di ieri in diverse aree del centro, la corrente è mancata. E il motivo è attribuibile ai lavori che l’Enel sta portando avanti. Evidenti i disagi per la cittadinanza, soprattutto perché parte del centro abitato è […]

Novelle capracottesi d’un tempo: Belloccia

Catherine Deneuve in una sequenza del film “Pelle d’Asino” Una madre aveva un’unica figlia chiamata da tutti Belloccia, tanto era bella. La mamma, che era fatata, solveva tutte le mattine allontanarsi per affari, ma aveva la buona abitudine di chiudere la figlia a chiave, perché non uscisse e nessuno la visitasse. Nel frattempo, Belloccia, governava gli […]

Vivere con cura, convegni erboristici primaverili: le straordinarie virtù dell’ortica

Si conclude domani sera con “Le straordinarie virtù dell’ortica: il ciclo di Convivi erboristici del giovedì, con Antonio D’Andrea del circolo Auser vivere con cura di Capracotta e La casa delle erbe. L’ortica (Urtica dioica) è una pianta spontanea molto comune, ricca vitamine e minerali, utilizzata per il benessere delle vie urinarie, dei reni e […]

Fatti & misfatti dei pastori transumanti capracottesi in Puglia

I pastori. Anno 1910. Foto: Archivio Cav. Giovanni Paglione L’Archivio della Dogana di Foggia conserva gli atti relativi ai vari processi che nel corso dei secoli, sono stati celebrati presso il suo Tribunale: Capracotta e i capracottesi hanno avuto un ruolo determinante anche in queste circostanze.  Anni orsono mi presi la briga di estrapolare tutto […]

Capracotta ricorda il maresciallo Osman Carugno. Paglione: «Un messaggio chiaro che va nella direzione di coltivare la memoria perché le tragedie vissute non si ripetano»

Un capracottese Giusto tra le Nazioni: Osman Carugno, maresciallo dei carabinieri, è stato riconosciuto tale dallo Yad Vashem (l’ente nazionale israeliano per la memoria della Shoah) il 14 aprile del 1985, per aver aiutato un gruppo di profughi ebrei tra il 1943 e il 1944. Nato nel 1903 a Capracotta, dove il padre aveva assunto […]

Il Teatro quotidiano di Mammà della Rufa. La lunga lingua di una donna di Capracotta

Mammà della Rufa – Peppina Borrelli Nel 2006 ho scritto l’articolo “Il Teatro delle Rufe” per presentarlo al mondo. L’elaborazione di questo tipo di fare/essere Teatro era nata, passo dopo passo, durante i primi tre anni di attività della scuola eco-conviviale “vivere con cura” di Capracotta, nel corso dei quali erano passate/i narratrici/tori e attrici […]

Vivere con cura: una serata all’insegna del tarassaco

Il nostro secondo Convivio erboristico sul tarassaco è stato particolarmente interessante, sia per le notizie e le curiosità che abbiamo ascoltato da Antonio D’Andrea, da appassionato esperto qual è, che per i diversi interventi che hanno arricchito l’incontro. Infatti è stata con noi in collegamento Marcella Rossi, una vera celebrità del mondo delle erbe, decana […]

Un biglietto per il viaggio di ritorno a Capracotta per farmi guarire dalla nostalgia

Come forse molti ricordano ho cercato più volte, specie nel difficile periodo che stiamo tutti vivendo, di approfondire e di spiegare le complesse motivazioni psicologiche che sono alla base della mia esagerata “nostalgia” per Capracotta, il paese in cui sono nato: sulle quali, peraltro, non ho mai cessato di riflettere ma che, in larga misura […]

Maria Prosperina Frazzini: la più giovane emigrante capracottese negli Stati Uniti d’America

Bruno Spataro e Maria Prosperina Frazzini nel giorno del cinquantesimo anniversario di matrimonio Maria Prosperina Frazzini ha appena quattro mesi quel giovedì 14 maggio del 1903 quando sbarca dalla “Prinzess Irene” a Ellis Island negli Stati Uniti d’America. È nata, infatti, a Capracotta il 14 gennaio di quello stesso anno. Secondo i dati in nostro […]

Pastori e massari a Capracotta

La foto (del 1910) rappresenta Giovanni Paglione (il fotografo) assaggiatore di ricotta (o “mangiatore di ricotta” del celebre quadro di Vincenzo Campi, 1580). E’ notorio che la ricotta è un sottoprodotto ma nel caso specifico la degustazione esemplifica un quadretto di storia socio-economica. La Civiltà dei Tratturi va verso il declino conclusivo (qualche decennio e poi la […]