Checco Zalone al Giardino della Flora Appenninica: «W l’Italia e il Molise tutto. Un Paese meraviglioso. Ciao Molise»

Visita illustre al Giardino della Flora Appenninica. Ieri mattina, l’attore, comico e cantautore Checco Zalone ha visitato l’importante orto botanico naturale della nostra cittadina. «Siamo una squadra fortissima! Firmato Checco Zalone. Attore. Comico- ha scritto lo showman pugliese sul registro delle visite del Giardino-. W l’Italia e il Molise tutto. Un Paese meraviglioso. Ciao Molise».

Saluti da Capracotta: Cascata del Verrino al Molino del Signore (1897)

Il seguente testo è stato estratto dal volume “Saluti da Capracotta: cartoline dal 1897 al 1943″ stampato dall’Associazione Amici di Capracotta. Chiunque sia interessato alla pubblicazione, può contattarci via e-mail: amicidicapracotta@yahoo.it oppure associazioneamicidicapracotta@gmail.com Cartolina cascata del Verrino al Molino del Signore. Foto ed Edizione: Cav. Giovanni Paglione. Collezione Paolo Trotta. Questa cartolina è la più antica […]

La rosa canina nell’araldica e nell’architettura molisana

Lo stemma di Cola di Monforte

  La rosa canina è uno dei fiori che più comunemente si incontra camminando nel mese di maggio per i sentieri del Molise. Un fiore spettacolare che non chiede nulla per sopravvivere. Noi siamo abituati a credere che le rose per eccellenza siano quelle che si comprano dal fioraio o si trovino davanti alla Madonna nel mese […]

Il Maresciallo Alfredo Abbruzzese è il nuovo comandante della stazione dei Carabinieri di Capracotta

Il maresciallo ordinario Alfredo Abbruzzese

Cambio di guardia al comando della stazione dei carabinieri di Capracotta. Lo scorso 27 giugno, si è insediato il nuovo comandante: il maresciallo ordinario Alfredo Abbruzzese. Abbruzzese è nato ad Agnone. Negli ultimi anni, ha ricoperto diversi importanti incarichi nell’Arma. Dal mese di novembre del 2013 a quello di ottobre del 2015, è stato comandante […]

Le contrade capracottesi del 1732 e del 1736

Nella Numerazione dei fuochi, cioè l’elenco delle famiglie per fini fiscali, dell’anno 1732 Capracotta è divisa in sette contrade nella seguente successione: Contrada di San Giovanni; Contrada di Sant’Antonio Abbate; Contrada di San Rocco; Contrada delle Soriche; Contrada di Sant’Antonio di Padova; Contrada di Santa Maria delle Gratie e la Contrada del Ristretto della Terra. […]

La Chiesa Madre nelle linee e nei colori di Carmelo Costa

Il cielo azzurro, i fianchi della Chiesa Madre in rosa e la facciata giallina come illuminata dal sole. Dopo i panorami onirici di Capracotta e i ritratti a crete di alcuni compaesani, Carmelo Costa sposta la sua attenzione sulla Chiesa Madre. L’artista, infatti, ha recentemente realizzato uno “schizzo della chiesa madre di Capracotta per la […]

Di Nucci: «È stato un incontro molto cordiale e costruttivo»

Il presidente dell’Associazione “Amici di Capracotta”, Domenico Di Nucci, ha incontrato il sindaco di Capracotta, Candido Paglione, per illustrargli le prossime iniziative dell’Associazione. «Innanzitutto, voglio ringraziare il sindaco Paglione per la sua attenzione nei nostri confronti- afferma Di Nucci-. È stato un incontro molto cordiale e costruttivo. Ho avuto modo di informare il nuovo primo […]

Paglione: «Sarò il sindaco di tutti i cittadini di Capracotta»

È stata una giornata intensa per il nuovo sindaco Candido Paglione e la nuova amministrazione comunale quella dello scorso 18 giugno. In mattinata, c’è stato l’insediamento in Consiglio comunale. In serata, la grande festa con candidati, eletti e supporter della lista “Capracotta Viva” nella palestra comunale. Erano presenti anche l’ex governatore Giovanni Di Stati e […]

Anno Domini 1656. La peste a Capracotta: Il batterio di Yersin. Peste e “pestilenze” nel corso dei secoli

Il medico svizzero Alexandre Yersin

Come medico ospedaliero, ho sempre subito il grande fascino della storia della medicina soprattutto in tema di grandi epidemie del passato: riflettendo principalmente sul fatto che, per tantissimi secoli, di tali drammatici eventi morbosi non si conosceva assolutamente nulla o quasi circa gli agenti infettivi che li provocavano e i loro possibili rimedi. Uno di questi è stato l’epidemia […]

Processione di Sant’Antonio, la statua “torna a casa” per la pioggia

Non ricordo, a mia memoria, un fatto come quello accaduto domenica con la statua di S. Antonio. Uscita la processione dalla chiesa, si doveva fare il giro del paese e poi riportarla nella Chiesa Madre dove il santo sarebbe rimasto ospite fino alla festa di S. Sebastiano, quando i fedeli l’avrebbero riportata nella sua dimora […]