Lo spagnolo nella parlata e nella società capracottese

Il 26 febbraio del 1443, il re Alfonso I d’Aragona entrò trionfalmente a Napoli dando l’avvio a una lunga dominazione iberica sul Mezzogiorno d’Italia che, salvo una breve parentesi dal 1707 al 1734, sarebbe durata ininterrottamente fino al 7 settembre del 1860 con l’arrivo di Giuseppe Garibaldi nella città partenopea e la conseguente annessione del […]

La guerra, la distruzione, lo sfollamento: un convegno all’Hotel Capracotta per ricordare i tragici eventi di 75 anni fa

“Capracotta: 75 anni fa la guerra, la distruzione, lo sfollamento. Coltiviamo la memoria”. Questo il tema del convegno che si terrà sabato prossimo, 8 dicembre 2018, nella sala convegni dell’Hotel Capracotta con inizio alle ore 17.00. Un’iniziativa voluta dall’Amministrazione comunale capracottese, organizzata in collaborazione con la Pro Loco, per ricordare i tragici eventi di 75 […]

Rosina la “briganta”

Il portale di accesso delle vecchie carceri di Capracotta in una foto invernale di Sebastiano Conti

Si levava prestissimo al mattino, come sempre. Dal giorno della sua venuta al mondo non aveva avuto un minuto libero da spendere per se stessa, fosse anche per chiacchierare di insulsaggini con sua cugina. Rosina, la figlia maggiore di don Pasquale Di Ianni, aveva dapprima allevato i suoi fratelli per poi prendersi cura dei nonni […]

Capracotta in una causa civile del 1737

La Real Camera di Santa Chiara fu un organo del Regno di Napoli con funzioni giurisdizionali e consultive, istituito l’8 giugno 1735 da Carlo di Borbone, intenzionato a dar vita ad un «governo giusto, forte, uniforme, tranquillo, duraturo e incorruttibile». Composta dalla Cancelleria, dal Consiglio e dalla Segreteria, nonché da un Tribunale di prima istanza, […]

Guida alla Letteratura Capracottese: pubblicato il secondo volume di Francesco Mendozzi

Mendozzi con una copia del secondo volume della Guida alla Letteratura Capracottese

È stato appena pubblicato il secondo volume della “Guida alla Letteratura Capracottese” del nostro compaesano Francesco Mendozzi. Potete trovarlo su Amazon, IBS, laFeltrinelli, Youcanprint, ecc. Il prezzo di copertina è di € 39,90. Lo si può anche ricevere al prezzo di € 20 contattando direttamente l’autore in privato, su facebook oppure telefonicamente al cellulare (328.5677345). Nei […]

Anno Domini 1811: i potenti fratelli Biase e Giuseppe Zurlo a Capracotta

Giuseppe Zurlo

Regno di Napoli, anno Domini 1811. La bella capitale partenopea e tutti i suoi domini – al di là e al di qua del faro – sono nelle mani di Napoleone. A governare è infatti Gioacchino Murat, succeduto nel 1808 a Giuseppe Bonaparte, il quale, attraverso la legge 132 dell’8 agosto 1806, aveva profondamente ridisegnato […]

Un “incidente” a uno sciatore capracottese sulle nevi di Roccaraso negli anni Venti del Novecento

Quella che mi appresto a proporre è una storia degli anni Venti del ’900 che il roccolano Ugo Del Castello (1953) – responsabile del settore finanziario del Comune di Pescocostanzo, nonché appassionato studioso di storia locale – decise di non inserire nel bel libro “Cinque Miglia di nostalgia” (2007), scritto a quattro mani col giornalista […]

Storie della transumanza: un affronto sulla pubblica via

Un documento del Tribunale ecclesiastico di prima istanza nella Diocesi nullius di Canosa riporta alla luce un processo che ebbe luogo tra il 12 aprile e il 16 maggio 1750 nella città pugliese e che sottolinea l’irascibilità di tutte le persone coinvolte in una stupida lite sulla pubblica via. L’oggetto del contendere è una donna, […]

Un omicidio di trecento anni fa: la triste sorte di Mattia di Rienzo in terra di Puglia

È risaputo che, sin dal Basso Medioevo, i capracottesi commerciavano legna e carbone o praticavano la transumanza nella limitrofa regione della Capitanata, spingendosi fin dentro le Murge, e agli albori del XVIII secolo la nostra chiesa della Madonna di Loreto risultava locata presso la Dogana di Foggia con grandi proprietà terriere tra Minervino e Canosa. […]

I festeggiamenti in onore di Maria Teresa d’Asburgo a Capracotta

Dopo la caduta di Napoleone la cosiddetta Restaurazione restituì il legittimo scranno a molte famiglie detronizzate dagli effetti della rivoluzione francese e delle guerre napoleoniche. Tra queste, ovviamente, anche i Borbone di Napoli, ai quali fu concesso di tornare al trono del neonato Regno delle Due Sicilie, derivante dalla fusione dei due stati precedenti. Per sancire l’unione definitiva dei regni il re […]