Ritratto della famiglia Mendozzi

Rielaborazione grafica: Amici di Capracotta E’ proprio un miracolo l’aver ricevuto questi ricordi così fragili e pieni di emozioni dopo anni di guerra e di separazione. Le immagini antiche sono venute alla luce e poi le persone sono state identificate grazie ai miei cugini capracottesi, Felice Santilli e sua madre Rina Mendozzi, che vivono a […]

Capracotta il paese dei sarti

Capracotta, 1914. La sartoria di Loreto Borrelli La leggenda vuole che Capracotta sia divenuta paese dei sarti perché i fanciulli nelle giornate di bufera solevano passare il tempo alla finestra contemplando le stalattiti di ghiaccio che si formavano alle estremità dei corpi sporgenti: nelle loro menti queste divenivano gladi imbattibili temprati dalla furia del vento. […]

Scherzi da… preti: don Antonio dell’Armi

I sacerdoti di Capracotta in una foto del 1910 del Cav. Giovanni Paglione Tra le tante battute famose, rimaste nella memoria paesana, se ne annoverano tre relative ad un “astuto e furbacchione” prete degli inizi Ottocento, ricordato nell’ambito della nostra famiglia come il figlio di un cugino del mio bisnonno Pasquale dell’Armi (1863-1950). Questi tre […]

Nicola Falconi

Nacque a Capracotta il 6 dicembre 1834, da Bernardo e Carmela Conti. Morì a Roma il 28 dicembre 1916, nella sua casa, in Via Belisario, 7. Fu sepolto nel Cimitero di Capracotta, nella Cappella della “Confraternita della Visitazione e Morte”. Sulla sua tomba fu posta una lapide con scritto di Francesco D’Ovidio, il quale evidenziava […]

Le donne della Residenza Anziani contro la violenza di genere: «Libere di essere, libere di credere, libere di scegliere»

Libere di essere. Libere di credere. Libere di scegliere. Le donne della Residenza Anziani “Santa Maria di Loreto” di Capracotta dicono “no” alla violenza sulle donne con uno striscione che sarà esposto a Roma, domenica 27 novembre prossimo, dal nostro compaesano Antonio D’Andrea nella manifestazione nazionale contro la violenza di genere organizzata dall’associazione “Non una […]

Sebastiano, Fabrizio e Oreste Trotta: maestri del gusto e della qualità

Sebastiano Trotta In via s. Maria di Loreto 13, a Capracotta, una impresa familiare si è specializzata nel selezionare prima e nello stagionare poi i migliori prodotti gastronomici locali: caciocavallo, pecorino, prosciutto, soppressate. Si tratta della “Trotta s.a.s. Seleziona & Stagiona” composta dal papà Sebastiano e da due dei suoi figli, Fabrizio e Oreste, che […]

La chiesa dei santi Simone e Giuda Taddeo su Monte Capraro

I resti del cenobio di san Giovanni su Monte Capraro Oggi si festeggiano gli apostoli san Simone e san Giuda Taddeo. La Chiesa li commemora nello stesso giorno perché sono stati entrambi apostoli di Cristo, testimoni della sua risurrezione, hanno predicato insieme il Vangelo in Mesopotamia e vi hanno subito- sempre insieme- il martirio. Le […]

La falegnameria di Antonino D’Andrea alla Garbatella a Roma

C’è uno piccolo scrigno della tradizione artigianale capracottese nel cuore della Garbatella a Roma: è la falegnameria di Antonino D’Andrea in via Capitan Bavastro n.66. Antonino è nato a Capracotta e “appartiene” a una importante famiglia di falegnami capracottesi: i D’Andrea. Nel 1971, all’età di nove anni, si trasferisce con la famiglia nella Capitale. Nel […]

Stile Sartoriale 2021: Sebastiano Di Rienzo e Carmine Trotta protagonisti a Villa Malta a Roma

Carmine Trotta e Sebastiano Di Rienzo La tradizione sartoriale capracottese è protagonista all’edizione 2021 della celebre manifestazione internazionale “Stile Sartoriale”, organizzata dal 16 al 18 settembre dall’Accademia Nazionale dei Sartori presso Villa Malta a Roma per celebrare l’arte sartoriale italiana e i suoi maestri accademici, con il maestro “storico” Sebastiano Di Rienzo e l’aspirante sarto […]

La Tavola “italiana” di Capracotta

«Il termine “osco” è un’invenzione dei Romani. Nei documenti e nelle iscrizioni dell’Antichità non mai è citata la nazione “osca” e, oltretutto, nell’alfabeto cosiddetto “osco” non esiste neppure la vocale “O”. Gli antichi abitanti del Molise invece chiamavano la propria nazione “Itelia”, diventato poi “Italia” in latino, e la loro capitale Campobasso “Italini”, la “Italiion” […]