Anno 1040: la prima citazione storica di Capracotta

La prima citazione storica di Capracotta è contenuta nella donazione del 1040 del feudo di Vallesorda con la chiesa san Nicola, Monte Capraro e l’eremo di san Giovanni Battista al monastero benedettino di San Pietro Avellana. Il testo della donazione è giunto sino a noi perché è stato copiato in una delle prime pagine, purtroppo […]

Spetiarii, scarpari e calcaruoli: gli artigiani a Capracotta nell’anno 1708

Con la terribile epidemia di peste de 1656 la popolazione di Capracotta  fu falcidiata: i morti registrati furono 1126 e i fuochi, cioè le famiglie, passarono da 280 a 150. Un’epidemia del genere alterò certamente tutto il tessuto sociale, sconvolse le famiglie e ridimensionò tutte le attività. Anche  la pastorizia, vera e propria industria capracottese, […]

Il Libro delle Memorie o dei Ricordi

Il Libro delle Memorie o dei Ricordi Il Comune di Capracotta  conserva  un’ importante raccolta di documenti che costituiscono Il Libro delle Memorie o Il Libro dei Ricordi. Anche se Il Libro delle Memorie è un unico susseguirsi di copie di documenti, in linea di massima lo si può dividere in tre parti: la  prima contiene […]

Un lungo serpentone: la mappa di Capracotta tra il XVIII e il XIX secolo

Dall’ingrandimento della mappa dell’Alto Molise, tratta dall’”Atlante di Terra” del geografo Rizzi Zannone edito tra il 1789 e il 1808, si nota che Capracotta  era strutturata  in quel periodo in alcuni agglomerati discontinui, con una strada principale che andava da Sant’Antonio a San Giovanni. Infatti, all’inizio della mappa si nota la Chiesa di Sant’Antonio di […]

Luoghi antichi della provincia di Isernia: Capracotta

Che Capracotta esistesse già in epoca normanna si ricava dal Catalogo dei Baroni normanni perché Gualterius Bodanus teneva il feudo di Crapram Coctam per conto di Guillelmo di Agnone, fornendo perciò due militi e due servienti all’esercito. Il nome del paese ha sempre creato curiosità e nessuno è disposto a scostarsi dalla tradizione popolare che vuole che […]