I colori del bosco di Vallesorda

Questo paesaggio è forse quello che più amo di Capracotta. Vallesorda, chiamata così, probabilmente, perché è la zona più interna, nascosta, cupa di Monte Capraro che riserva, anche in estate, quell’odore di rugiada mista alla terra non battuta. Eppure, non è “sorda”. Cerchi e trovi alberi come fossero pennellate di colore, dal verde scuro al […]

Le lunghe trecce e poi

Finita la guerra, così aspra per la nostra famiglia, Marietta era ormai diventata una bella ragazza, con capelli neri raccolti in due trecce lunghe quasi fino alla vita. Aveva un corpo snello e un colorito olivastro − non bianco e rosso come spesso accade ai montanari − che le dava un tocco di ‘signorilità’. Piaceva […]