«Ho conosciuto il re Juan Carlos e ho ristretto il pantalone a un ambasciatore di Spagna»

Antonio Fiadino con la moglie Maria nel giorno del 55° anniversario di matrimonio Da bambino ho fatto il pecoraio. Quante volte ho percorso il tratturo: da Capracotta alla Puglia e ritorno. Poi, per qualche anno, sono andato a bottega dal sarto Giovanni Borrelli. Il 10 settembre del 1955, mi sono trasferito una prima volta a […]

Capracotta il paese dei sarti

Capracotta, 1914. La sartoria di Loreto Borrelli La leggenda vuole che Capracotta sia divenuta paese dei sarti perché i fanciulli nelle giornate di bufera solevano passare il tempo alla finestra contemplando le stalattiti di ghiaccio che si formavano alle estremità dei corpi sporgenti: nelle loro menti queste divenivano gladi imbattibili temprati dalla furia del vento. […]

Il cappello e il sarto di Capracotta

Me la raccontava mio nonno Ruggiero. Era un giovane sarto di cui non ricordo il nome. A Capracotta è famoso. Un giorno a Milano salì su un treno che andava in Puglia. Un treno di emigranti che tornavano al Sud. Una volta vi erano gli scompartimenti per 6 persone.  Entrò in uno di essi e […]