La calcara

Ho sempre ricordato che mia madre Cesarina, originaria di Ferrara, aveva manifestato grande ammirazione per i cittadini di Capracotta dopo la sua, quasi completa distruzione a causa della seconda guerra mondiale; scriveva infatti che: “grazie all’alacre operosità dei suoi cittadini e in tempi sorprendentemente brevi il paese, ridotto ad un cumulo di macerie, era tornato […]

Notte su Monte Campo e suggestioni di Oriente

Passano gli anni e continuo a chiedermi perché si chiami Monte Campo la montagna di Capracotta. Non so rispondermi forse perché, come la gran parte di noi, siamo abituati a vederla dal basso. Come una montagna la cui cima si raggiunge con un po’ di fatica. L’esatto contrario dell’immagine di un campo. Perciò, per noi […]