I reduci capracottesi della Grande Guerra

Il 24 maggio del 1915, l’Italia entra in guerra contro l’Impero Austro-Ungarico gettandosi in quel mattatoio di vite umane che sarà chiamato “Prima Guerra Mondiale”. Al termine del conflitto, la comunità capracottese pagherà con sessantacinque morti, quaranta tra mutilati e invalidi e quarantasette feriti sui seicentosessantatre uomini inviati al fronte il proprio contributo di sangue […]

Le campane e il loro misterioso linguaggio

La campana più antica di Capracotta. Foto: Cesare Di Bucci È stata di nuovo una motivazione occasionale a suggerirmi i ricordi e le riflessioni che cerco di racchiudere in un breve racconto; e, pur non essendo un appassionato né un esperto dei moderni sistemi di comunicazione audiovisiva, debbo riconoscere che è stato proprio un breve […]

L’Ultima Cena della Chiesa Madre di Capracotta

Nei giorni scorsi, il nostro amico Franco Valente, importante architetto e illustre storico dell’arte molisano (di origini capracottesi!!!), notava giustamente sui propri canali social che «rappresentare l’Ultima Cena è stata una delle massime aspirazioni degli artisti». Anche nella Chiesa Madre di Capracotta, intitolata a santa Maria in Cielo Assunta, più precisamente nel coro dietro l’altare […]

Una chiesa e un ospedale: il culto di sant’Antonio abate a Capracotta

Via Arco con la neve. Archivio fotografico: Cesare Di Bucci (1981) Jocelin de Chateau Neuf nei primi anni dell’anno 1000 portò nel Delfinato in Francia le spoglie di sant’Antonio abate, avute in dono, pare, dall’imperatore di  Costantinopoli. Le reliquie vennero lasciate a La Motte Saint Didier attuale Saint Antoine l’Abbaye, vicino alla città di Vienne. Qui […]

Un funerale d’altri tempi a Capracotta

La foto è stata scattata nel 1910 e riguarda un funerale che sta raggiungendo il Camposanto lungo la strada coperta di neve. Apriva il corteo un uomo incappucciato, con lunga veste bianca, con lo stendardo della Congregazione della Visitazione e della Morte. Seguono altri membri con fasce nere a tracolla. La bara è posta sul […]

Una passeggiata per alcuni luoghi “capracottesi” di Roma

Ieri, mi sono recato a Roma per motivi di lavoro con largo anticipo per il timore di eventuali disagi legati allo sciopero nazionale del trasporto pubblico locale. Ho colto, così, l’occasione per fare una bella passeggiata a piedi tra alcuni luoghi “capracottesi” della Capitale che condivido con tutti voi. Prima tappa: la Biblioteca Nazionale Centrale […]

In barca sul lago di Mincaccio

Questa cartolina (qui da noi colorata), viaggiata nell’anno 1927 e appartenente alla collezione privata di Paolo Trotta, ritrae cinque uomini in una barca a remi sul lago di Mincaccio (noto anche come “Mingaccio) a valle del Monte Cavallerizzo. Lo studioso Senofonte Squinabol (1861-1941) pubblicò in francese un lavoro riguardante un’escursione da lui effettuata a Capracotta nel […]

La processione della Madonna di Loreto dell’anno 1755

Una processione della Madonna di Loreto del secolo scorso L’inverno del 1754 e la primavera del 1755 furono particolarmente duri a Capracotta. Nel primo caso, si assistette alla morte di numerosi animali rimasti a svernare in paese; nel secondo caso, si registrò, alla fine di aprile, una tale siccità da far temere per la buona […]

L’Assunta “tizianesca” di padre Agostino Caputi nella Chiesa Madre di Capracotta

Sul muro di destra della Cappella della Visitazione, all’interno della Chiesa Madre, si può ammirare un suggestivo e maestoso dipinto del pittore padre Agostino Caputi che rappresenta l’Assunzione della Vergine Maria in Cielo. In verità, si tratta di una copia parziale della famosa pala dell’Assunta realizzata dal pittore veneto Tiziano Vecellio, databile al 1516-18, per […]

Ballo sul prato a Capracotta (1937)

Rielaborazione Grafica: Amici di Capracotta Pendici di Monte Capraro: otto coppie ballano al centro del prato, qualche galantuomo con moglie e figli assiste alle danze all’ombra di un grande albero. Sullo sfondo, l’aspra mole di Monte Campo e, nel centro, alcune case di Capracotta. La foto è stata scattata nell’estate del 1937 e ci tramanda […]